Mammacraft

cose fatte a mano

Fiori di feltro con rametti…

E’  finito il filo di ferro che uso di solito per fare i fiori! Per fortuna, perchè mi sono dovuta arrangiare e ho finalmente usato i rametti che ogni tanto raccatto al parco sotto gli occhi incurisiti delle mamme 😉

Questo è il risultato. Dato che ho un sacco di feltro nuovo nuovo appena arrivato, mi sono messa all’opera!

024 025 040 041 029 031 033

Ghirlande di cuori di carta e farfalle

Oggi la casa è invasa dai cartoncini colorati, e vi assicuro che mai ho tollerato così tanto il disordine. Le principesse stanno giocando che è un piacere: hanno ritagliato, incollato, per ogni forma di carta hanno inventato nuovi usi. I cagnolini di peluche sono diventati principi con corone di carta, hanno ritagliato stelle di tutti i colori che si sono trasformate in famiglie di mamme, papà e sorelle che hanno dato vita a storie strampalate. Io nel frattempo ho fatto finta come al solito di giocare per loro, mentre mi sono divertita come una bambina a tagliuzzare ed incollare. Abbiamo usato le punch (per cui ho una specie di ossessione!) per fare forme di tutti i tipi… quelle andate per la maggiore sono state le farfalle, per fare bacchette magiche e ghirlande…. ma anche i cuori hanno dato grandi soddisfazioni e già hanno trovato posto appesi in camera delle streghette, che se ne sono impossessate senza darmi diritto di replica.

ghirlanda cuori 009 ghirlanda cuori 010 ghirlanda cuori 012ghirlanda appesa 002042050

 

Fiorellini piccoli piccoli

fiorellini piccoli uncinetto

Per decorare borse, borsette, per farne mollette per capelli o ghirlande… per tutto quello che vi va, questi fiorellini sono facilissimi e velocissimi.

SCHEMA:

1. 6 CAT. Unire la prima m con l’ultima con una MBSS per formare un anello.
2. 15 MB nell’anello e chiudere il giro con 1 mbss nella prima mb. (Cambiate colore se volete i petali di un colore differente)
3. *** 3 CAT, 2 MA nelle 2 m succ, 3 CAT, 1 MBSS nella m succ.*** Ripetere fino ad ottenere 5 petali.
(m=maglia, CAT = catenella, MA = maglia alta, MB = maglia bassa, MBSS = maglia bassissima)

L’originale dello schema, come la foto, vengono dal blog olandese (credo!) annemarieshaakblog.blogspot.it

 

VARIANTE (senza buco al centro):

magic ring

10 mb nel magic ring. Chiudere il giro con 1 mbss nella prima mb.

*2 cat, 1mb nella stessa m, 1mb nella m succ, 2cat, 1mbss nella stessa m*

ripetere da * a * per 5 volte.

Gattino amigurumi

 gattino amigurumi

Sono alla ricerca di schemi gratuiti per fare un gattino come portachiavi, per una richiesta speciale. Deve essere piccolo e “facile” da fare. Questo mi sembra faccia al caso mio… però ci metterò dei begli occhi verdi  che ho già comprato QUI. Il pattern viene dal  blog di Nimoe, e qui trovate la mia traduzione:

Materiali:

Filo di cotone o lana da lavorare con ferri 4
uncinetto 3.5 mm
Imbottitura
Occhi di plastica da 6mm

Abbreviazioni:

mb=maglia bassa
cat=catenella

Testa

Nota: la testa si lavora su entrambi i lati della prima catenella, cominciando da un lato e tornando indietro sull’altro.

Giro 1 — 5 cat. Cominciando dalla 2da cat dall’uncinetto, 3 mb, 3 mb nella m succ, 2 mb, 2 mb nella m succ. (10 m)

diagram

Giro 2 — [2 mb nella m succ, 1 mb] ripetere lungo tutto il giro (15 m)
Giro 3 — [2 mb nella m succ, 2 mb] ripetere lungo tutto il giro (20 m)
Giro 4 — [2 mb nella m succ, 3 mb] ripetere lungo tutto il giro (25 m)
Giro 5 — [2 mb nella m succ, 4 mb] ripetere lungo tutto il giro (30 m)
Giro 6 — mb lungo tutto il giro  (30 m)
Giro 7 — [2mb insieme, 4 mb] ripetere lungo tutto il giro (25 m)
Giro 8 — [2mb insieme, 3 mb] ripetere lungo tutto il giro (20 m)
Giro 9 — [2mb insieme, 2 mb] ripetere lungo tutto il giro (15 m)
Giro 10 — [2mb insieme, 1 mb] ripetere lungo tutto il giro (10 m)

Corpo

Giro 1 — 5 mb nel magic ring (5 m)
Giro 2 — 2 mb in ogni m (10 m)
Giro 3 — [2 mb nella m succ, 1 mb] ripetere lungo tutto il giro (15 m)
Giro 4-7 —1 mb in ogni m (15 m)
Giro 8 — [2mb insieme, 1 mb] ripetere lungo tutto il giro (10 m)

Orecchie

Giro 1 — 4 mb nel  magic ring (4 m)
Giro 2 — [2 mb nella m succ, 1 mb] ripetere lungo tutto il giro (6 m)
Giro 3 — [2 mb nella m succ, 2 mb] ripetere lungo tutto il giro (8 m)

Coda

Giro 1 — 6 mb nel magic ring (6 m)
Giro 2-7 — 1 mb in ogni m (6 m)

Attaccare gli occhi e cucire i baffi sulla faccia, ricamare il naso quindi imbottire sia la testa che il corpo. Cucire il corpo alla testa, cucire le orecchie. Imbottire la coda (poco) e cucirla al corpo.

Oggi mi sono data alla produzione di massa…

Ogni inizio di stagione deve partire con un obiettivo. Il mio (per ora) è di finire tutte le stoffe e le cianfrusaglie che ho accumulato nell’ultimo anno, perchè il caos sta diventando davvero ingestibile.

Quindi sto cominciando con l’usare tutte le perline di legno che mi sono rimaste, ma ci sto prendendo talmente gusto che .. mi toccherà comprarne di nuove!

Questa è stata la produzione del weekend:

collane uncinetto 015_mammacraftcollane uncinetto 009 collane uncinetto 014 collane uncinetto 001

 

Sono collane per la dentizione, per tutte le mamme che vogliono portare una collana carina che piaccia anche al proprio bimbo per giocarci o mordicchiarla!  Le perle sono in legno naturale non trattato, ed il rivestimento è in cotone colorato in tonalità del turchese o arcobaleno.

Per rivestire le perline ho scritto un post a riguardo qualche tempo fa, è divertente e rilassante…  e non ci si ferma più!

Una pochette porta cellulare con fiocco

Pochette fiocco

Io il tedesco non lo parlo, ma ascoltando il video che spiega come fare questa pochette sembra quasi di capire tutto! In realtà mi è servito un aiutino per capire che “cartamodello” si dice “schnittmuster”… meno male che ho amiche sparse in tutto il mondo che mi traducono prontamente e mi consentono di sperperare i miei soldi comprando cartamodelli. 3 euro spesi benissimo, perchè il risultato mi piace un sacco e finalmente mi consentirà di usare tutti i pezzetti di stoffa che ho accumulato durante quest’anno! Sono piena di stoffine di misure totalmente inutili, tipo 15×20 cm… ma il desiderio di avere sottomano tutti quei fiorellini è sempre irrefrenabile, e così ora ho accumulato una bella collezione!

Il primo test ha prodotto questo:

Pochette fiocco Pochette fiocco

 

Ora inizia la produzione di massa, perchè le stoffe sono davero tantissime!!!

Ah, dimenticavo: il video ed il modello sono di Pattydoo, e li trovate qui. (giuro che non so una parola di tedesco, ma si capisce!)

Modelle d’agosto

 

E come promesso ecco qui le mie piccole modelle con gli ultimi vestitini fatti per loro in queste giornate di caldo rovente. Sono stati di loro gradimento, e sono volute uscire vestite a festa in una Roma deserta… 2013 agosto Roma bimbe.8 2013 agosto Roma bimbe.10 2013 agosto Roma bimbe.13 2013 agosto Roma bimbe.15

Il punto smock non è stato poi così difficile, almeno non quanto immaginavo:

Smocking tutorial_3 Smocking tutorial_4 Smocking tutorial_5

Che vi sembra?

Tutorial punto smock

Finalmente ho vinto la paura e mi sono lanciata nel mio primo (e certamente non ultimo!) vestito a punto smock! Potrei dirvi che è stato difficilissimo, ma dato che non è così voglio dimostrarvelo con un piccolo tutorial. So che sarete clementi con le mie imperfezioni…

Allora, dato che amo cominciare dalle cose semplici, ho scelto una stoffa “a puntini”, per facilitare la creazione delle pieghe.

Infatti il primo passo è quello di creare le pieghe che poi andranno ricamate, infilando l’ago sotto i puntini a passi regolari ed equispaziati. Se il tessuto ha dei motivi non geometrici, bisognerà disegnare il motivo “a puntini” sul tessuto con una penna lavabile (ad esempio questa).

smocking-dots(immagine: http://tipnut.com/smocking/)

Ecco qui come risulta il tessuto una volta create le righe. Io ho saltato un puntino su due, ma a posteriori sarebbe stato meglio prendere la stoffa in corrispondenza di tutti i puntini. Questo perché poi, tanto maggiore è lo spazio tra i punti in cui viene infilato l’ago, tanto maggiore sarà la quantità di stoffa che si arriccia, e questo crea un effetto un po’ “ingombrante”.

Smocking tutorial_1

Il numero di righe ed il numero di punti dipende da quanto vuole essere grande il ricamo. Io qui ho fatto 8 righe e 20 punti.

E’ importante prendere un numero di punti che sia multiplo del motivo a punto smock che volete fare. Ad esempio, io ho fatto il motivo “a diamante” che prende 4 pieghe, quindi 20 punti consentono di ripetere il motivo per 5 volte.

Una volta finito di fare le righe, annodate i fili ad una delle due estremità prendendoli due a due:

Smocking tutorial_2

A questo punto cominciate delicatamente a tirare il tessuto lungo i fili, dall’alto verso il basso e da destra verso sinistra (come nella foto) in modo da arricciarlo e creare le pieghe:

Smocking tutorial_3

Una volta terminato, annodate l’altra estremità in modo da tenere ben ferme le pieghe.  Il tessuto si presenta così e potete cominciare a scegliere il motivo da ricamare:

Smocking tutorial_4

La prima riga di solito si fa con un punto che tenga le pieghe serrate, come ad esempio questo:

outline-stitch

Si può fare anche sul retro del tessuto, in modo da non essere visibile, ma dipende dai gusti. Ora si può cominciare con uno o più motivi ripetuti, infilando sempre l’ago da sinistra verso destra. Questo vuol dire che alla fine di una riga il lavoro  va girato sottosopra e si comincia dall’altra parte, sempre da sinistra verso destra.

Io ho ricamato un punto che mi sembrava semplice, con un colore soltanto, ma si possono alternare i colori ed i motivi a piacimento. va solo fatta un minimo di “progettazione” per le dimensioni finali del lavoro.

diamond-stitch diamond-stitch-b(immagine: http://tipnut.com/smocking/)

Smocking tutorial_5

Una volta terminato il ricamo a punto smock si possono sfilare delicatamente i fili che reggono insieme le pieghe:

Smocking tutorial_6

E questo è il risultato! Per essere il primo tentativo sono moooooooooooolto soddisfatta! Per non parlare poi del vestito!! (oggi sono modesta)

IMG_8251

IMPORTANTE: Prima di cominciare, assicuratevi di centrare il ricamo sulla stoffa e di lasciare un margine sufficiente per tagliare secondo il cartamodello!

Cosa farò la prossima volta (ovvero: gli errori da non ripetere)

1) ricordarmi di centrare bene il motivo a punto smock sul corpetto (l’avevate notato che è un po’ storto, eh?)

2) cucire il ricamo proprio sotto il corpetto, senza lasciare spazi e  … andando “dritti” !

3) fare più pieghe infilando l’ago su tutti i puntini, così da poter fare un ricamo più largo senza usare troppa stoffa

4) fare un motivo un po’ più largo, anche se non troppo perché mi piace solo un accenno di punto smock, altrimenti è davvero troppo retrò!

Presto vedrete come sta addosso alla mia piccola modella, dato che ho promesso che questo vestito sarà per lei .

Buon lavoro! e credetemi, non è così difficile come può sembrare.

Ah, e se trovate qualche tutorial in giro, segnalatemelo perché non ne ho ancora visto nessuno bello, neanche su quei meraviglioso blog francesi dove sembra che il punto smock ce l’abbiano incorporato nelle mani. Mi sa che vogliono custodire gelosamente il segreto…

Un’idea per i manici delle borse

Ultimamente ho comprato un tubo di plastica trasparente pensando di usarlo per fare dei manici per le borse. In realtà la mia idea era inserirlo “dentro” un tubolare di stoffa per poi fare un manico, ma ho trovato questa idea che mi sembra ancora più sfiziosa, e poi si può abbinare al colore della borsa!

Manici borse

Si fa una catenella a uncinetto dello stesso colore della borsa e la si inserisce dentro il tubo. Per chiudere il tubo su sé stesso si può usare una fascetta, come suggerito dal blog da cui ho preso l’idea.

Altrimenti potete rivestire il tubo di gomma a maglia bassa, così:

 

 

manici borsa

Rispetto a quei manici da 15 euro che si trovano in giro e gridano vendetta… mi sembra molto più carino così!

 

Una ghirlanda di fiori a uncinetto

Crochet garland

 

E’ da qualche tempo che vorrei decorare la camera delle bimbe con qualcosa di allegro… che ve ne pare? Ho trovato un tutorial per fare questi fiori che mi sembrano perfetti!

 

Crochet Flowers for a garland

 

Si trova QUI.

In realtà l’ispirazione mi è venuta ancora prima, dal bellissimo blog di Emma Lamb… sono impazzita per questi:

 

crochet mobile

 

Immagino che il primo bimbo che nascerà in famiglia (a buon intenditor…) ne avrà uno!